FRANCESCA CANEPA

Sono fortunato, quest’estate ho conosciuto Francesca.

Sembrerebbe facile parlarvi di Francesca, basterebbero alcuni numeri:
- 184 Km
- 12.200 metri di dislivello in salita e altrettanti in discesa
- poco più di 36 ore.
Questo è quanto ha fatto Francesca all’Andorra Ultra Trail, una corsa sulle montagne tra i 1.300 e i 2.600 metri di quota.
Questo è più o meno quello che fa Francesca ogni tanto. Corre, cammina, si arrampica per centinaia di chilometri sulle montagne di tutto il mondo, e lo fa bene: è la migliore.
Ma la verità è che questo non dice nulla di Francesca.
Francesca non corre, esplora.
Francesca si avventura sui confini dello spazio e del tempo.
E dello spirito.
Francesca è una Blade Runner, corre sul filo della spada più affilata. Francesca è il miglior samurai che io abbia mai incontrato.dal suo blog:
– IL DECLICK: in pochi metri, immersa in uno stress acuto allo stato puro, riesco inaspettatamente a ragionare. Così mi rendo conto che questa gara è stata una grandissima opportunità che il destino ha messo sulla mia strada. Hanno cambiato il percorso, rendendolo di fatto molto più scorrevole e questo sulla carta di certo non mi favoriva. Sono partita temendo il peggio, convinta che le americane, abituate a tracciati più veloci mi avrebbero mangiata, e probabilmente non solo loro. E invece sono qui, con solo Liz davanti e tutte le altre dietro. Sento di avere il dovere con me stessa di non perdere questa opportunità. La mia storia la scrivo io, e non cederò senza prima aver lottato. Se mi prenderà lo accetterò, ma dovrò almeno aver lottato –

Mi sono posto l’obbiettivo di farvi conoscere Francesca, nei due giorni in cui ho avuto il piacere e l’onore di incontrarla e di parlarle, ho trovato incredibili punti di contatto con la nostra disciplina, con l’unica differenza che lei li sa portare ai limiti estremi. Anche solo sentirla parlare di parte delle sue esperienze può essere uno stimolo fortissimo a migliorare, quanto meno a mettersi in discussione.

Cominciate a scoprirla un pò leggendo alcuni racconti delle sue gare andando qui:
http://www.francescacanepa.wordpress.com/

Sono sicuro che le farà anche piacere ricevere alcuni dei vostri sagaci commenti.

Ah, dimenticavo, Francesca alla domanda perché lo fai, risponde semplicemente così: Per vincere!